lunedì 30 settembre 2013

Muffins con farina di riso, latte di soia e sorpresa :-)

Le intolleranze, per non parlare delle allergie, sono un bel problema.
Lo so bene perché ci convivo fin da piccola (non vi dico quanto ho fatto spaventare i miei genitori o Simone per improvvisi attacchi d'asma!). L'unico lato positivo, almeno per me, è che a volte queste "carenze" stimolano la creatività, proprio come mi è successo stamattina. Sì perché mi sono svegliata e mi sono detta: cosa mi posso inventare per preparare una colazione sfiziosetta (ovvio!) ma senza latte e senza farina (di grano)?! Illuminazione: perché non provare a fare dei muffins con latte di soia, farina di riso, scaglie di mandorle e... sorpresina colorata all'interno! ;-)))


Qui ve lo devo proprio dire. Mentre questi dolcetti cuocevano, pensavo: "argh, se vengono fuori che sono una schifezza, mi tocca buttar via ingredienti buonissimi... mannaggia a me e alle mie invenzioni mattutine!". Ma poi, li ho sfornati, li ho lasciati raffreddare, li ho tagliati in due (ero troppo curiosa di vedere se il cuore era rimasto bello rosso!) e... ma sono buonissimi!!! Estrema soddisfazione, lo ammetto. :-) Ora spero che piaceranno anche a voi.

Ingredienti per 5 muffins:
  • 70 g di zucchero
  • 70 g di burro
  • 1 uovo
  • 70 ml di latte di soia
  • 150 g di farina di riso
  • mezza bustina di lievito vanigliato
  • confettura di fragole (ma potete usare quella che volete ovviamente!!!)
  • scaglie di mandorle per decorare


Metodo super rapido: versate in una ciotola zucchero, burro fuso e uovo; mescolate e aggiungete un po' alla volta la farina, il lievito e il latte di soia. Mescolate ancora un pochino. Fatto. Versate l'impasto nei pirottini, arrivando all'incirca a metà. Aggiungete un cucchiaio di confettura al centro di ogni pirottino, sopra l'impasto che avete già versato, e poi ricoprite con un altro po' di impasto, fino ad arrivare quasi al bordo. Decorate con le scagliette di mandorle e infornate a 180° per 15 minuti circa. 

Buona colazione!!! :-)


giovedì 26 settembre 2013

Profumi che sanno di famiglia: i cantucci di casa mia

Non ve l'avevo mai detto che sono di origini fiorentine? Eh già, i "Nacci" vengono proprio da lì. E da questa meravigliosa terra e dai miei parenti che ci vivono ancora oggi, arriva anche questa ricetta: i "cantucci casalinghi" in versione Colazione per tutti. Sì perché quella che vi sto per raccontare è ovviamente la mia rivisitazione, che elimina ad esempio l'anice (non so voi, ma io non lo amo tanto, soprattutto di prima mattina!).


Ecco cosa vi serve per creare due bei sacchetti di dolci:
  • 250 g di farina 00
  • 200 g di zucchero
  • 2 uova
  • mezza bustina di lievito vanigliato
  • un pizzico di sale
  • 150 g di mandorle sgusciate (sempre per estrema comodità, vi suggerisco i sacchettini Eurocompany... ne serve uno e mezzo e non dovete neanche pesare! ;-))


Come prima cosa, mescolate farina, zucchero, uova, lievito e sale (suggerimento: se volete velocizzare ancora di più questa ricetta, usate 260 g di farina auto-lievitante). Non lavorate troppo l'impasto e se vi resta "appiccicoso" aggiungete un po' di farina. Incorporate le mandorle intere e formate dei bastoncini asciutti e lunghi. Disponeteli su una teglia ricoperta di carta da forno e cuocete per 30 minuti a 180°. Appena sfornati, tagliate i bastoncini a fettine e mettete i cantucci ancora tiepidi in un sacchetto di carta per alimenti (come quello del pane tanto per intenderci) lasciandolo aperto. Che dite? Da provare, vero?! ;-)

Buona colazione a tutti!


lunedì 23 settembre 2013

Sablée di riso

Questi biscotti con la farina di riso, secondo me sono tra i buoni che si possano preparare: friabilissimi, profumati, burrosi (niente dieta oggi! ;-))... per questo ho pensato di farli anche con i bimbi del mio corso di cucina, al Kikolle Lab. Sì, perché a chi non piace impastare (e mangiare) i biscotti?! Se poi si sciolgono in bocca... Beh, ottimo, no?!


Ingredienti per una teglia di sablée:
  • 150 g di farina di riso 
  • 70 g di burro
  • 60 g di zucchero 
  • 2 tuorli d'uovo 
  • 1 pizzico di sale

Prima di tutto ho impastato con le mani la farina di riso e il burro (importantissimo rispettare quest'ordine di realizzazione dei biscotti altrimenti non vi verranno così friabili!), poi ho aggiunto lo zucchero, i tuorli e il sale. Ho impastato e lasciato in frigorifero per una mezz'ora. Dopodiché ho creato tante palline e le ho schiacciate sulla carta da forno con il palmo della mano. Infine, ho spolverato con la granella di nocciole (cosa assolutamente facoltativa) e ho infornato per 10 minuti circa a 180°. 

Buona colazione a tutti!



giovedì 19 settembre 2013

Torta di grano saraceno

Questa torta è parte di me. Sarà perché mia mamma l'ha sempre fatta, anche quand'ero piccola, sarà perché quando la mangio penso alle montagne che adoro... o forse è solo che mi piace tanto, ma proprio tanto! ;-)


Ehm, lo so cosa state pensando vedendo questa foto... diciamo pure che la precisione nel tagliare le torte in due non è il mio forte! Forse perché non ho pazienza e vado veloce come un fulmine? Mmm... ;-)

Ingredienti:
  • 140 g di burro
  • 4 uova
  • 140 g di zucchero
  • 140 g di farina di grano saraceno (quella per torte)
  • 100 g di nocciole (io ho usato quelle di Eurocompany, non so se le conoscete, sono quelle praticissime confezioni di frutta secca che si trovano in quasi tutti i supermercati!) 
  • 1 bustina di lievito vanigliato
  • confettura di fragole o lampone


Sbattete i tuorli con lo zucchero e il burro. Aggiungetevi la farina e le nocciole tritate. Montate gli albumi a neve e incorporateli delicatamente all'impasto insieme al lievito. Mettete tutto in una teglia ricoperta di carta da forno e cuocete per circa 40-45 minuti a 180°. Lasciate raffreddare e poi tagliate in due la torta e spalmatevi la confettura. Un po' di zucchero a velo per decorare e... voilà!


PS: A me piace molto anche il giorno dopo,
quando si è impregnata per bene della confettura ;-) 
Buona colazione a tutti!!!



lunedì 16 settembre 2013

Mini cakes fresche al cocco

È ufficiale: ho contagiato anche mio marito nella folle ricerca di ricette sempre nuove! E... ebbene sì, quella che vi sto per raccontare è una sua idea! ;-) Il "brainstorming" è nato dalla mia voglia di preparare una colazione fresca ma veloce, ovvero senza dover aspettare le ore di raffreddamento in frigorifero. E così dopo vari tentativi virtuali... ecco il frutto della nostra chiacchierata.


Cosa ne dite?

Ingredienti per 12 cakes. Per la base:
  • 150 g di farina 00 (a me piace tanto quella di Molino Spadoni, inutile che ve lo dica!)
  • 1 tuorlo d'uovo
  • 70 g di zucchero
  • 70 g di burro
Per il ripieno:
  • 100 g di formaggio spalmabile o ricotta 
  • 50 g di zucchero
  • 50 g di cocco grattugiato (io uso quello bio di Altromercato... ottimo!)

E ora veniamo alla preparazione. Per i "cestini", basta preparare una normalissima pasta frolla (impastando il burro con lo zucchero e aggiungendovi poi il tuorlo, la farina e se serve un goccio d'acqua fredda), stenderla con l'aiuto di un mattarello e poi ricavarne 12 tondi (anche a occhio! non so a voi, ma a me piace che siano irregolari) con cui foderare i pirottini da muffins. Poi si inforna per 10-15 minuti a 180°. Lo so, si dovrebbe ricoprire il fondo di ogni crostatina con della carta da forno e del "peso" (fagioli, riso, ecc.) ma, in tutta onestà, io non l'ho fatto! Tanto non essendoci lievito o albumi, non è che più di tanto possano "deformarsi". E poi volete mettere quanto tempo si risparmia?! Pazienza se il risultato non è proprio come quello della pasticceria ma in fondo è la nostra colazione fatta in casa, no?! ;-)

Mentre le basi cuocevano, ho preparato la crema, mescolando il formaggio, lo zucchero e il cocco. E l'ho messa in frigorifero giusto finché le crostatine non erano pronte e si erano un po' raffreddate. 


Infine, con un cucchiaino ho riempito di crema i cestini e... li abbiamo gustati insieme ad Anastasia, una miscela di tè neri aromatizzata con bergamotto, limone e fiori d'arancio. Un mix esplosivo, che a me piace bere freddo. PS: questo tè è della mitica marca russa "Kusmi Tea" (la conoscete? io la adoro! da quando qui a Milano hanno aperto uno dei loro negozi, devo dire che ogni tanto farci un salto è davvero rilassante; immergersi tra i profumi e i colori di tutte quelle scatolette su di me ha un potere magico).

Buona colazione a tutti!



venerdì 13 settembre 2013

Madeleine noci e vaniglia

Non so per voi, ma per me il rientro al lavoro (come quello a scuola quand'ero piccola) è sempre un po' traumatico. Già dopo 2-3 settimane di operatività, l'effetto benefico delle vacanze sembra essersi volatilizzato (vacanze?! perché? ci sono state?). E allora la colazione, in questi casi più che mai, diventa determinante... dev'essere corroborante, per il fisico ma anche per la mente.
Da qui l'idea di questa mattina: preparare delle mini-madeleine (con quella loro forma così simpatica, che già di per sé ti mette di buon umore) alle noci (frutti ricchi di vitamine, sali minerali, calcio...) e vaniglia (spezia magica, sia per l'aroma dolce e suadente che per le sue proprietà terapeutiche; sembra provato che è in grado di suscitare sensazioni di benessere, calma e rilassamento).
E se ancora non vi ho convinto, beh, questi dolcetti si preparano in pochi minuti e sono buonissimi!!! :-)


Ecco gli ingredienti che ho utilizzato per 30-35 mini-madeleine:
  • 1 uovo
  • 60 g di burro fuso
  • 60 g di "Farina che lievita" di Molino Spadoni
  • 60 g di zucchero
  • 60 g di noci tritate
  • mezzo cucchiaino di vaniglia in polvere
  • un goccio di latte

Versate in una ciotola l'uovo, il burro fuso, la vaniglia in polvere e lo zucchero; con l'aiuto di una frusta elettrica formate un impasto molto cremoso e aggiungetevi un po' alla volta la farina auto-lievitante e le noci. Lasciate riposare in frigorifero per un quarto d'ora e poi versate l'impasto nello stampo per madeleine. Infornate a 200° per 8-10 minuti e voilà...

Buona colazione a tutti


lunedì 9 settembre 2013

Cheesecake al cocco

Giornate frizzanti, giornate nebbiose, giornate quasi torride... un classico, settembre è il mese degli sbalzi. Climatici ma anche d'umore (almeno per me). Ecco perché in questo periodo passo dall'aver voglia di colazioni fumanti (cappuccino caldissimo con dolce ancora tiepido) alla necessità, come stamattina, di qualcosa di fresco, qualcosa che con i suoi sapori, profumi e colori mi tenga legata ancora un po' alla piacevole sensazione estiva e vacanziera. E così ho creato questo cheesecake al cocco...


Ingredienti per una teglia da 18 cm: 
  • 120 g di biscotti (stavolta ho usato quelli "alla panna", come mi ha suggerito la mia amica Bea... e in effetti la base è venuta buonissima!)
  • 100 g di burro
  • 200 g di formaggio spalmabile
  • 40 g di zucchero
  • 60 ml di latte
  • 1 uovo
  • 100 g di cocco grattugiato

Prima di tutto ho foderato la teglia con la carta da forno; poi vi ho disposto sul fondo un composto, ottenuto mescolando i biscotti tritati e il burro fuso. Ho messo questa "base" nel frigorifero per mezz'ora e nel frattempo ho preparato una crema sbattendo con una frusta l'uovo, lo zucchero, il formaggio spalmabile e il latte. E, per ultimo, ho incorporato il cocco. A questo punto ho ripreso la teglia, ho versato il composto formaggioso sopra i biscotti e ho infornato a 180° per 20 minuti circa (quando è cotto si vedono delle crepe in superficie). Ed eccolo qui. Se poi lo lasciate riposare in frigor tutta la notte, la mattina dopo sarà una meraviglia!  


My tips: sempre perché ci sono giorni in cui la mia colazione dev'essere fresca, frizzante ed energizzante (non chiedetemi perché), oggi insieme al cheesecake ho bevuto un infuso freddo spettacolare (anche questo preparato ieri sera). Non so se conoscete questa marca, si chiama "Løv Organic" e, oltre ad avere delle confezioni incredibilmente belle (da collezione!!!), realizza tè e infusi ottimi. La mia è l'"Acqua di frutti agli agrumi" (ovvio, cos'altro potevo bere vista l'improvvisa voglia d'estate?!) dal sapore delicato ma al tempo stesso gustoso (sì perché, diciamocelo, alcuni infusi sanno davvero di poco!), con frutta biologica e senza caffeina... Per farla breve, posso dirvi che stamattina ne ho già bevuti due bicchieri?! :-)

Buona colazione a tutti!


venerdì 6 settembre 2013

Crostatine alle mirabelle

Che ridere, stavo scrivendo il titolo di queste semplicissime crostatine e mi sono resa conto che fino a questo momento le "mirabelle" per me erano un'entità astratta, decisamente poco familiare. Sì, lo ammetto, a casa mia si sono sempre chiamate "prugne gialle" o al massimo "susine gialle"... ma in effetti il loro nome sarebbe quello del titolo! ;-)


Ed ecco gli ingredienti per 4 crostatine di circa 10 cm di diametro:
  • 150 g di farina 00
  • 1 tuorlo d'uovo
  • 70 g di burro
  • 70 g di zucchero (+ quello per spolverare la frutta)
  • 5-6 mirabelle
  • confettura di albicocche

Ammorbidite il burro con lo zucchero; aggiungete il tuorlo d'uovo e pian piano la farina. Create una palla bella compatta, aggiungendo all'impasto un goccio d'acqua fredda e poi lasciate riposare in frigorifero per un quarto d'ora circa. Nel frattempo, lavate e asciugate le prugne e tagliatele a spicchi (come si fa normalmente con le pesche). Stendete la frolla e foderate i quattro stampini per crostate (io metto sempre la carta da forno perché così è molto più semplice estrarle). A questo punto, aggiungete un cucchiaino di confettura sul fondo di ogni tortina e decorate con gli spicchi di frutta. Spolverate abbondantemente con lo zucchero e infornate a 180° per 15-20 minuti. Sentirete che dolce profumo...

Buona colazione a tutti
in particolare ai miei genitori
che oggi festeggiano 40 anni di matrimonio!!!
AUGURI MAMMA E PAPÀ
Scusate, ma quando ci vuole ci vuole! ;-)



lunedì 2 settembre 2013

Sfoglia di fichi neri caramellati

Sììì, finalmente è arrivata la stagione dei fichi! Lo so che oggi sarete tutti concentrati sulla ripresa del lavoro ma... chiudete per un attimo gli occhi e pensate intensamente alle sfumature irregolari e all'aroma dolce e rassicurante di questi deliziosi frutti! Non vi sentite già meglio?! :-) Eccomi allora con una ricetta ideata nella mia testolina stanotte (dite che sognare creazioni di dolci è patologico?!): una semplicissima sfoglia con i fichi neri caramellati e una spolverata di cannella.
Tempo di preparazione: 5 minuti. Cottura: 20 minuti. Durata del dolce: ehm... ok, passiamo agli ingredienti. ;-)


Per una teglia (tonda o rettangolare, a seconda della forma della sfoglia):
  • un rotolo di pasta sfoglia pronta 
  • 10-15 fichi neri belli maturi
  • zucchero
  • cannella

Lavate bene i fichi, asciugateli con la carta assorbente e tagliateli in due. Stendete la sfoglia (con la sua carta da forno) e disponetevi sopra i fichi alternandone alcuni a pancia in su e altri a pancia in giù (molto professionale questa descrizione vero?! va beh, spero che mi capiate lo stesso). A questo punto spolverate con abbondante zucchero i fichi e con la cannella i bordi della sfoglia.
Infornate a 180° per 20 minuti circa e....

... buona colazione a tutti!