lunedì 11 febbraio 2013

Piccole brioche leggere con ripieno goloso

Non ce n'è, io adoro le brioche a colazione; l'unico problema è che se continuo così non entro più nei vestiti! Il che non è bellissimo. Ecco perché mi sono inventata delle varianti "light", ovvero senza troppo burro o creme o altri grassi... Non saranno come gli originali, ma secondo me sono una valida alternativa per non rinunciare al gusto ed evitare di lievitare insieme a loro.


Con questo spirito, nascono i miei piccoli fagotti, creati inserendo nella macchina del pane i seguenti ingredienti (in quest'ordine): 
  • 200 ml di latte di soia
  • 1 uovo
  • 20 g di burro ammorbidito
  • 450 g di farina Manitoba
  • 100 g di zucchero
  • un pizzico di sale
  • 1 bustina di lievito secco per pane 


Ho fatto impastare e lievitare per circa 2 ore, poi quand'è suonata la fine del programma, ho tolto l'impasto dalla macchinetta e l'ho suddiviso in tante palline (una ventina circa).
Con le mani ho steso la pasta di ogni piccola brioche e al centro ho inserito un cucchiaino di crema biologica di anacardi e nocciole (la Cajita); dopodiché ho arrotolato la pasta come se fosse un cannolo. 
Alla fine ho spennellato la superficie delle briochine con un uovo sbattuto con un cucchiaino di zucchero e ho spolverato con un pochino di granella di nocciole. Ho infornato a 180° per 20 minuti circa e... 


...buona colazione!

PS: in realtà potete farcire queste piccole brioche con quello che preferite; io ho provato, ad esempio, a mettervi della confettura di lampone e anche così sono davvero ottime. Insomma, sbizzarritevi! ;-)




2 commenti:

  1. Buonissime Laura!
    Mi hai fatto venire voglia di comprare la macchina del pane!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh eh, la macchina del pane è davvero una bellissima invenzione! a me ha cambiato la vita ;-) buona giornata!!!

      Elimina