lunedì 31 dicembre 2012

Prima colazione dell'anno: cheesecake con arancia e cannella

Lo so, è un po' bizzarro, soprattutto in inverno, però a chi non piace il cheesecake? Se poi è leggero, sfizioso e con ingredienti stagionali e genuini... perché non prepararlo per colazione?! E così, ecco una nuova versione del mio adorato cheesecake, questa volta con arancia e cannella! Potrebbe essere un'idea per iniziare l'anno nuovo con una carica extra di buonumore e positività (nel caso, ricordatevi di prepararlo oggi per domani mattina).



Ingredienti per una teglia da 20 cm:
  • una decina di biscotti ai cereali
  • 50 g di burro
  • 5 o 6 cucchiai di marmellata di arance (io avevo in casa quella di Le Conserve della Nonna, una delle mie preferite, ma ovviamente voi utilizzate quella che vi piace di più!)
  • un cucchiaino abbondante di cannella in polvere 
  • 300 g di yogurt bianco 
  • 200 g di formaggio cremoso
  • 200 ml di latte 
  • 4 cucchiai di zucchero (oppure 2 se lo yogurt è già dolce)
  • 4 fogli di colla di pesce
  • 1 arancia e qualche cucchiaio di zucchero per la decorazione

Prima di tutto, ho spezzettato i biscotti e li ho mescolati al burro fuso per creare la base. Li ho messi sul fondo della teglia e lasciati raffreddare nel frigorifero per una mezz'oretta. Nel frattempo, ho creato la crema mescolando il formaggio, lo yogurt, la cannella e lo zucchero. Ho ripreso la teglia con la base di biscotti e vi ho spalmato sopra la marmellata d'arance. A questo punto ho messo la teglia nel congelatore per una decina di minuti e sono andata avanti con la crema; per completarla, infatti, ho scaldato il latte e vi ho sciolto dentro la colla di pesce (precedentemente ammollata nell'acqua fredda per un paio di minuti). Ho lasciato raffreddare un po' il latte e, una volta tiepido, l'ho unito alla crema "cheese". Infine, ho tirato fuori la teglia dal freezer, vi ho aggiunto la crema e ho messo il composto nel frigorifero per qualche ora (se la fate di sera, la mattina dopo è semplicemente perfetta!).



Last but not least, la decorazione, ovvero le zeste d'arancia caramellate: belle e... buone! Per prepararle, ho tagliato a fettine sottili sottili la scorza dell'arancia, stando molto in superficie (le zeste si ottengono eliminando la parte bianca e amara della buccia) e le ho messe in un padellino con un bel po' di zucchero (5 o 6 cucchiai) e un bicchiere d'acqua. Ho fatto andare sul fuoco per un quarto d'ora circa e poi ho adagiato le zeste (con l'aiuto di una forchetta, altrimenti ci si scotta!) su una teglia rivestita di carta da forno; una spolverata di zucchero e via in forno per pochi minuti, giusto il tempo di caramellare.


La mattina dopo, le zeste sono pronte per abbellire il cheesecake insieme a una spolverata di cannella.

Buon anno, cari amici di Colazione per tutti, che il 2013 ci regali la giusta carica per realizzare i nostri progetti ed essere sempre più soddisfatti e sereni.
Laura


venerdì 28 dicembre 2012

Mele "scomposte" con vaniglia e spezie

Sono giornate difficili, ça va sans dire. Non so voi, ma io tra la vacanza a Praga, il Natale e Santo Stefano ho ingerito tante di quelle calorie che ora mi ci vuole proprio qualcosa di "light"! E allora ecco una semplicissima composta di mele profumata con spezie e vaniglia... Ideale con un po' di pane!


Ecco cos'ho utilizzato:
  • 10 mele di stagione
  • mezza bacca di vaniglia
  • 2 fiori di anice stellato
  • 5 grani di pepe giamaicano (quello nero con grani grandi, lo chiamano anche Pepe Garofanato)
  • 500 g di zucchero bianco 
Tagliate le mele, mettetele in una pentola con un bicchiere d'acqua, aggiungete lo zucchero e la vaniglia (vi suggerisco di aprirla in due per il lungo con un coltellino). In un sacchettino per il tè, mettete le spezie e unitele al resto. Se non avete il sacchettino, non importa, ricordatevi solo di togliere gli aromi prima di frullare.


Fate cuocere per un'ora e mezza circa a fuoco medio-basso e poi, dopo aver tolto gli aromi, frullate tutto.
Mettete in un contenitore e poi, dopo averla assaggiata (a me piace da impazzire anche tiepida!!!), conservatela in frigorifero al massimo per una settimana.


Buona colazione "light" a tutti!

martedì 25 dicembre 2012

Buon Natale, amici della colazione!

Per tenervi compagnia anche oggi con qualche ricettina intonata a queste particolari giornate festive, ho selezionato per voi tre delle mie colazioni natalizie... Merry Christmas! :-)


Biscotti con marmellata di lampone


Un elegante pan di spezie



Cioccolata profumata e speziata


lunedì 24 dicembre 2012

Da Praga, una dolce vigilia di Natale

Quest'anno io e Simone abbiamo deciso di ritagliarci uno spazio tutto per noi, lontano dall'abituale frenesia dei giorni che precedono il Natale e siamo volati... a Praga! Non conoscevo questa città dalle mille sfaccettature, incantevole e accogliente, resa ancora più magica dall'atmosfera del periodo: ogni piazza è addobbata con cura, illuminata con calore e popolata da deliziosi mercatini che vendono prodotti della tradizione locale... mi ricorda un po' quando da bambina trascorrevo le vacanze invernali in montagna: usanze differenti ovviamente ma si respirava la stessa atmosfera armoniosa e di festa.


Sì, Praga mi sta letteralmente ammaliando, ogni giorno di più. Saranno anche i profumi che si respirano per le vie, così dolci, speziati, caramellati. E a proposito di dolci, non posso fare a meno di raccontarvi il vero protagonista di questi giorni: il trdlo o trdelnik, noto da noi come manicotto boemo.


Eccolo qui, insegna ricorrente ad ogni angolo delle strade, simbolo di quel mix di sapori che in questo Paese segnano l'arrivo del Natale. 


Tante bancarelle infatti sono dotate del tradizionale braciere su cui il "trdlo" (una specie di grande mattarello di acciaio) gira ricoperto da una pasta dolce precedentemente spennellata con il bianco dell'uovo e poi passata nello zucchero e nella cannella. Non so dirvi sinceramente come lo preparino ma posso assicurarvi che questo cilindro croccante, caldo e profumato è meraviglioso! 


Buona vigilia a tutti, con un tocco di dolce boemo!

venerdì 21 dicembre 2012

Panin-pizza, colazione salata con un pizzico di italian style

Non so se vi siete accorti che nelle categorie di ricette del mio blog (nella colonna qui a destra) è spuntata una nuova voce: "colazione salata". Ebbene sì, alla mia tenera età mi sono accorta che una colazione salata ogni tanto... beh, non mi dispiace affatto! Meglio tardi che mai, no?! ;-)


Per poter incontrare i miei gusti, deve avere però qualche requisito, primo fra tutti la "leggerezza" (non credo che a colazione riuscirei mai a mangiare un piatto pesante, eccessivamente unto o dai sapori troppo forti); in secondo luogo, un tocco di "italian style" e creatività. Se no dove sta il divertimento?

Ecco allora la mia creazione di ieri: dei panini, semplici, soffici, che richiamano i profumi della pizza... più italiani di così ;-)

Ingredienti che ho messo (in quest'ordine) nel cestello della macchina del pane:
  • 300 ml di acqua
  • un cucchiaio di olio extravergine
  • 50 ml di passata di pomodoro
  • 450 g di farina 00 
  • 15 g di sale
  • 5 g di zucchero
  • 1 cucchiaio di origano 
  • 50 g di grana padano grattugiato
  • 1 bustina di lievito secco per pane
Ho programmato la macchina per impastare e lievitare. Dopo circa 2 ore ho estratto il cestello e, con le mani unte di olio, ho fatto tante palline che ho depositato sulla teglia e che ho poi fatto cuocere per mezz'ora circa a 180°. 


Il profumo è proprio quello della pizza; il sapore, invece, per i miei gusti va benissimo anche a colazione, magari con un bel bicchiere di centrifugato di mela o agrumi. 

Buona colazione salata a tutti!

mercoledì 19 dicembre 2012

Biscottoni con noce brasiliana, cioccolato fondente e sale

Non sono affatto light, meglio dirlo subito! Però, soprattutto in questo periodo di feste, credo valga la pena di assaggiarli... almeno uno ;-)


Questi biscottoni (passatemi il termine non proprio tecnico) sono il risultato dell'unione di tre elementi che mi piacciono da impazzire: le noci brasiliane, il cioccolato fondente, il sale abbinato al cioccolato.


Li ho preparati con questi ingredienti:
  • 150 g di farina 00
  • 150 g di zucchero 
  • 70 g di burro
  • 2 uova
  • 3-5 g di sale (a seconda di quanto volete osare ;-))
  • 50 g di cioccolato fondente
  • 80 g di noci brasiliane sgusciate (alla COOP le trovate nella linea Solidal che, come potete immaginare, ben rispecchia le mie preferenze d'acquisto)

In una ciotola ho versato nell'ordine: farina, sale, zucchero e uova. Ho mescolato energicamente e poi ho incorporato il cioccolato a pezzi e le noci brasiliane sminuzzate grossolanamente.
Con l'aiuto di un cucchiaio ho versato il composto su una teglia ricoperta di carta da forno e ho infornato a 180° per 15 minuti circa.

Un consiglio: non spaventatevi se durante la cottura si attaccano o assumono forme poco graziose; potete sempre rifinirli appena sfornati, con l'aiuto di una formina o di un coltello ;-) Voilà... sentirete che bontà!


Buona colazione a tutti!

lunedì 17 dicembre 2012

Muffins alle mandorle tostate

Spinta ancora una volta dall'atmosfera natalizia che aleggia in ogni angolo della mia città, ho provato a creare dei muffins con mandorle tostate e zucchero di canna grezzo: secondo me potrebbero essere un'idea per la colazione del 25 perché sono particolari, saporiti ma al tempo stesso non troppo pesanti, cosa importantissima visto che, non so voi, ma io tra il 24 e il 26 mangio praticamente dalla mattina alla sera ininterrottamente. :-)


Ingredienti:
  • 130 g di zucchero di canna grezzo (giusto per farvi capire cosa intendo, io ho sempre in casa almeno un pacchetto di Mascobado di Altromercato, uno zucchero molto particolare che ha dentro dei piccoli granuli di melassa... personalmente lo adoro!!!)
  • 1 uovo
  • 60 g di burro
  • 220 ml di latte di soia
  • 200 g di farina 00
  • 60 g di mandorle pelate 
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • un pizzico di sale

Per prepararli, prima di tutto ho fatto tostare le mandorle in un padellino antiaderente e le ho poi sminuzzate con un coltello. In una ciotola, ho mescolato lo zucchero, il burro e l'uovo; ho aggiunto il latte, la farina, il sale e il lievito. Per ultime le mandorle a pezzi. Ho versato il composto nei pirottini da muffins e ho infornato a 180° per 20 minuti circa.


Buona colazione a tutti!


venerdì 14 dicembre 2012

Brr... Una cioccolata profumata?

Aprire la finestra ed essere travolti da un'insolita luce rossastra. Spingere lo sguardo più in là e accorgersi che tutto fuori è dolcemente ricoperto da una coltre bianca, soffice e ammaliante. Nevica, a Milano. E l'idea di dovermi preparare per andare in studio ammetto che non mi fa impazzire. Vorrei restare sotto le coperte e farmi coccolare... mmm, un attimo, adesso che ci penso, un modo per farsi coccolare a colazione c'è: basta preparare una bella cioccolata calda profumata.


Ecco l'idea che mi ha suggerito Nadia, la mia amica erborista, che proprio l'altro ieri mi spiegava che alcune spezie e aromi, come quelli che ho usato stamattina, hanno poteri incredibili: scaldano, corroborano e aiutano ad affrontare la giornata con il sorriso... What else? ;-)

Ingredienti per coccolarsi un po' (dosi per una tazza di cioccolata):
  • 80 g di cioccolato fondente (io ne ho utilizzato uno all'80%, però qui è d'obbligo scegliere quello che si predilige)
  • 130 ml di latte 
  • 1 presa di cannella (circa due dita di corteccia, tanto per capirci)
  • 1 fiore di anice stellato
  • 1/4 di stecca di vaniglia (avete mai provato quella di Altromercato? è buonissima, una delle migliori a mio avviso!)
Per prepararla, basta mettere in un pentolino anti-aderente il cioccolato a pezzettoni e aggiungere subito il latte, la vaniglia, l'anice e la cannella. A fuoco molto basso, far sciogliere il cioccolato mescolando continuativamente con un cucchiaio finché il liquido non diventa omogeneo e della consistenza preferita. Ovviamente se è troppo pastoso, basta aggiungere un po' di latte.

A me è piaciuta tantissimo, ora sì che posso affrontare la neve cittadina (Bri, invece, preferisce guardarla dalla finestra...).


Buona colazione innevata :-)

mercoledì 12 dicembre 2012

Biscotti con marmellata di lampone e scagliette di mandorla

L'altro giorno stavo cercando una ricetta di biscotti natalizi che mi aveva dato tanti anni fa la mia amica tedesca Sunny. Cerca cerca cerca... trovata! L'ho leggermente modificata per semplificarla un po', però la base resta la stessa.


Cosa ne dite? Non vi viene voglia di provarli? :-)

Ingredienti per due teglie di biscotti:
  • 200 g di farina 00
  • 120 g di zucchero
  • 100 g di burro
  • 1 tuorlo d'uovo
  • 1 pizzico di sale
  • 1 cucchiaino di vaniglia in polvere
  • un po' di confettura di lamponi 
  • qualche scaglia di mandorle


Per preparare l'impasto, ho messo in una ciotola prima lo zucchero con il burro, poi il tuorlo dell'uovo e infine la farina con il pizzico di sale. Ho lasciato riposare al fresco per circa 30 minuti (questa è un'operazione fondamentale, altrimenti non riuscirete mai a stendere bene la pasta). 
Poi ho fatto tante stelle (di medie dimensioni e di pochi millimetri di spessore).
Le ho posizionate sulla carta da forno e al centro di ognuna ho messo un goccio di marmellata di lamponi (meno di mezzo cucchiaino tanto per intenderci) e qualche scaglietta di mandorle. Ho infornato a 180° per circa 10 minuti e... viene voglia di festeggiare il Natale, vero? :-)


Buona colazione!

lunedì 10 dicembre 2012

Uova con il bacon? Sì ma sotto forma di panino!

Visto che parlo sempre di dolci e non mi piace essere monotona, eccomi qui con una colazione alquanto bizzarra: uova col bacon... rivisitate in chiave "colazioni per tutti"! Anche perché, se devo dirla tutta, le vere uova col bacon sono ottime ma... un po' pesantine per me. :-)


E così mi sono inventata dei panini che richiamano il sapore e il profumo dell'American Breakfast ma sono decisamente più light.

Ho impastato e fatto lievitare nella macchina del pane i seguenti ingredienti (nell'ordine):
  • 300 ml di acqua
  • 1 cucchiaio di olio extravergine
  • 450 g di farina 00
  • 2 cucchiaini di sale belli abbondanti
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 1-2 cucchiaini di erba cipollina
  • 100-120 g di pancetta affumicata a cubetti
  • 1 bustina di lievito secco
Poi, dopo circa 2 ore, ho preso l'impasto e, dopo essermi unta per benino le mani con l'olio, ho fatto tante palline di circa 3 cm di diametro. Le ho disposte sulla teglia, precedentemente ricoperta con la carta da forno, e le ho spennellate con il rosso di un uovo sbattuto con un po' di sale; infine le ho infornate a 180° per 20 minuti circa.

Nel frattempo, mentre i panini cuocevano ho preparato una spremuta di mandarini e arance (in questa stagione un po' di vitamina C non fa mai male!). Et voilà...


...happy crazy breakfast!


venerdì 7 dicembre 2012

Torta con mandorle, noci e anacardi

Non è dietetica, ve lo dico subito. E per essere sincera fino in fondo l'ho inventata per finire un po' di avanzi (capita anche a voi ogni tanto di essere pervasi da un'impellente necessità di fare ordine e far fuori i vari sacchettini semi-vuoti che invadono la dispensa?!). Lo so, le premesse non sono delle migliori eppure...


Ingredienti che ho utilizzato:

  • 200 g di farina 00
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 2 uova
  • 60 g di burro
  • 120 di zucchero di canna
  • 50 g di mandorle
  • 50 g di noci
  • 10 g di anacardi (ne ho usati pochi perché non me ne erano rimasti molti ma forse se ne possono usare di più)
  • 50 g di cioccolato fondente
  • 1 goccio di latte

Prima di tutto ho fatto tostare in un padellino mandorle e anacardi, che poi ho tritato grossolanamente. Dopodiché ho mescolato zucchero e burro, a cui ho aggiunto il rosso delle uova, la farina, il lievito e infine gli albumi montati a neve. Infine, ho incorporato tutta la frutta secca sminuzzata o tritata (le noci, ad esempio le ho spezzettate a mano) e il cioccolato in scaglie. Se l'impasto è troppo asciutto aggiungete, come ho fatto io, un goccio di latte... Voilà, teglia da 20 cm, forno a 180° per una mezz'oretta e...




...buona colazione a tutti!

mercoledì 5 dicembre 2012

Grissini... a colazione!

Questa ve la devo raccontare. Ho sognato dei grissini. Dolci. Luccicanti. Golosi. Croccanti quanto basta. Comodi da immergere nel cappuccino. Ma scusate e allora perché non farli?! Quelle rare volte che mi vengono delle idee di notte, sfruttiamole, no?! ;-)


Ho provato a farli in questo modo: ho impastato e lasciato lievitare con l'aiuto della macchina del pane i seguenti ingredienti:
  • 260 ml di acqua
  • 1 cucchiaio di olio
  • 450 g di farina 00
  • 2 cucchiai di zucchero
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1 bustina di lievito secco
Una volta pronta la pasta (il programma "impasto" della mia macchina ci mette circa un'ora e mezza), l'ho divisa in due parti e ho aggiunto in una 100 g di cioccolato fondente a pezzettini e nell'altra un po' di uvette (sinceramente sono andata a occhio, non saprei dirvi quante ne ho messe). 
Poi ho impastato un po' a mano per incorporare bene il cioccolato da una parte e le uvette dall'altra. Ho fatto tante palline di pasta e le ho lavorate per renderle lunghe lunghe... messo tutto sulla carta da forno, spennellato con il rosso di un uovo mescolato con un po' di zucchero a velo e... via in forno a 180° per 15 minuti circa

Eccoli qui, i miei strampalati grissini... non sono proprio come nel sogno però sono finiti in fretta.. buon segno, no?! ;-)


Buona colazione... da sogno! ;-)

lunedì 3 dicembre 2012

Un elegante pan di spezie

Ve l'avevo promesso e... eccolo qui, il pan di spezie de La Cucina Italiana rivisitato ed elegantemente presentato dallo chef Giovanni Maggi durante la lezione che vi ho raccontato lunedì scorso.


Mi sono messa all'opera ieri mattina, perché avevo i suoceri a pranzo e, non sapendo bene cosa preparare come dolce, mi sono detta: perché non tentare questi deliziosi tortini natalizi? In fondo freddo fa freddo, il mese è quello giusto (vi rendete conto che siamo già a dicembre? ma com'è possibile? mi sono persa qualche cosa? mi sembra ieri che siamo tornati dalla Costa Azzurra... bah) e poi ho pensato che se ne preparavo un bel po' ne avrei avanzati anche per le prossime colazioni... perfetto, no?! :-)

Ho apportato qualche aggiustatina agli ingredienti rispetto alla  ricetta originale. Riassumendo, per 18 tortini (tanto per intenderci, ho utilizzato i pirottini e la teglia da muffins), servono:
  • 100 g di burro
  • 70 g di mandorle
  • 100 g di zucchero di canna (io ho usato quello integrale di Altromercato, si chiama Mascobado ed è molto particolare... secondo me si sposa benissimo con i dolci speziati come questo)
  • 100 g di miele 
  • 2 uova
  • 200 g di farina 00
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 100 ml circa di panna liquida
  • 1 pizzico di sale
  • 1 cucchiaio di zenzero in polvere
  • 1 cucchiaio di cannella in polvere
  • una spolverata di pepe
  • una spolverata di chiodi di garofano 
Non spaventatevi, l'elenco degli ingredienti è lungo e sembra presupporre un lavoraccio... ma non è così, ve l'assicuro!

Prima di tutto, mescolate il burro con lo zucchero e il miele. Nel frattempo, in un padellino fate tostare le mandorle. Quando saranno belle colorite, tritatele grossolanamente e aggiungetele, una volta fredde, all'impasto zuccheroso. Dopodiché incorporate le uova e, un po' alla volta la farina, il lievito e il sale, continuando a mescolare con la frusta (o con una forchetta se vi trovate più comodi). A questo punto aggiungete la panna liquida e, sempre mescolando energicamente (eh lo so, è un po' faticoso... io oggi ho male al braccio... no comment), dicevo, mescolando energicamente, aggiungete le spezie. E qui si apre una bella parentesi: io ho usato la cannella, lo zenzero, il pepe e i chiodi di garofano spezzettati con le mani, ma sinceramente quali e quante spezie usare dipende molto dai gusti... quindi sbizzarritevi (l'ha detto anche lo chef!). A questo punto, versate nei pirottini, infornate a 170° per una mezz'oretta e poi... sentirete che profumo!!!

Ahhh, un ultimo consiglio: se mangiate questi tortini a colazione, secondo me sono perfetti così, ma se li volete servire a fine pasto, potreste aggiungere lo sciroppo speziato e le zeste caramellate. Un sogno!


PS: se provate a realizzare anche voi questa ricetta e ve ne innamorate com'è successo a me... scrivetemi! mi fa davvero piacere leggere i vostri commenti e le varianti che farete... sì, perché credo che ognuno porti qualcosa di suo in una ricetta, rendendola unica e carica di passione. Siete d'accordo? 

Buona colazione pre-natalizia!