lunedì 26 novembre 2012

Una colazione... da chef

Sabato pomeriggio ho avuto la grandissima fortuna di essere ospitata da La Cucina Italiana presso il loro Temporary Event Natalizio. Un'entusiasmante esperienza che, confesso, non vedevo l'ora di potervi raccontare. Di cosa si è parlato? Ma di colazioni ovviamente!


Sì, a tenere la lezione, però, uno chef veramente incredibile, per la professionalità, la passione ma anche la simpatia, che non guasta mai, a mio avviso, quando si partecipa a un corso: Giovanni Maggi. 



La short lesson a tema natalizio è stata ricca di spunti creativi: infatti, al di là delle tre ricette che abbiamo realizzato (un mokino squisito, un pan di spezie spettacolare e una cioccolata calda aromatizzata), Giovanni ci ha letteralmente travolto con l'energia spumeggiante dei suoi "trucchi del mestiere" e dei suoi "virtuosismi... per tutti"!


Ad esempio, sapevate che per preparare un buon caramello in casa la cosa migliore è ricorrere al forno? E che per far lievitare una torta si può usare anche il bicarbonato oppure l'albume montato a neve? Eh già, ho scoperto che il bianco dell'uovo ha un potere magico! ;-)  E ancora. Per accompagnare dei tortini natalizi, a base di miele, spezie, frutta secca... ho imparato che si possono preparare zeste d'arancia caramellate e sciroppo aromatizzato in pochi minuti! Come?


Questa ve la devo proprio raccontare nei dettagli, perché mi è piaciuta così tanto come idea che ieri mi sono subito precipitata a rifarla: tagliate a fettine sottili sottili la scorza dell'arancia, stando molto in superficie (le zeste si ottengono eliminando la parte bianca e amara della buccia); mettete in un padellino un bel po' di zucchero (andate a occhio; io ho usato come unità di misura un bicchiere) e un po' d'acqua (anche qui, direi un bicchiere circa); aggiungete le zeste, le spezie che preferite (io ho messo 3 fettine di zenzero fresco, una stecca di cannella, qualche granello di pepe e l'anice stellato).


Fate andare sul fuoco per un quarto d'ora circa e poi eliminate le spezie... vi troverete lo sciroppo bello pronto e le zeste da stendere su una placca rivestita di carta da forno, spolverare con lo zucchero e infornare per qualche minuto. Voilà. Bell'idea, vero?!

Comunque, se devo dirla tutta, la cosa che più mi ha affascinato di questo tuffo nelle colazioni super dello chef è stata la versatilità, la creatività, la voglia di divertirsi che credo abbia trasmesso a tutti i partecipanti, me per prima! Perché, come diceva il nostro docente d'eccezione, "in cucina bisogna giocare e sperimentare".


Tenetevi pronti, amici, appena ho un attimo di tempo, preparo anch'io il pan di spezie dello chef e vi racconto come si fa... è davvero ottimo! ;-)


PS: eccomi qui... per un giorno,  mi sono sentita anch'io un po' chef. Grazie infinite Giovanni Maggi, e grazie di cuore anche al delizioso team di La Cucina Italiana! Arrivederci a presto!

4 commenti:

  1. Brava Laura! E grazie per condividere questa esperienza bella e "buona"....e chissà anche utile in vista del Natale. Federica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille, in effetti è stato un pomeriggio molto divertente, interessante e costruttivo... un bel mix di sensazioni ed emozioni. :-) a presto!!!

      Elimina
  2. Grazie Laura !!
    Mi sono emozionato.
    Se hai bisogno di aiuto e/o idee non esitare a contattarmi.
    Un abbraccio e teniamoci in contatto.
    Giovanni Maggi

    http://www.facebook.com/giovanni.maggi.779

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono io che mi sono emozionata ad assistere a una lezione così "fuori dagli schemi"... Grazie ancora chef!!!

      A prestissimo,
      Laura

      Elimina