mercoledì 31 ottobre 2012

Un po' dolci, un po' salati. Vi presento i miei panini speciali

Visto che molti di voi su Facebook avevano votato per i panini, non potevo non accontentarvi! :-) Questi secondo me, sono una valida alternativa alle colazione salate vere e proprie: al mattino, insieme a un bel bicchiere di centrifugato di mele o a un succo di frutta delicato, sono una delizia.


Per prepararli ho messo nella macchina del pane (in quest'ordine):
  • 310 ml di acqua
  • 1 cucchiaio di olio
  • 450 g di farina Manitoba del Molino Spadoni 
  • 2 cucchiai di zucchero
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1 bustina di lievito secco (Mastro Fornaio, tanto per intenderci)
  • 100 g di pistacchi sgusciati e tritati
E ho programmato "impasto con lievitazione" (circa 2 ore di lavorazione).
Quando la macchina del pane ha terminato, ho diviso la pasta in tante palline di circa 5 cm di diametro e le ho appoggiate sulla carta da forno con cui ho ricoperto la teglia. Ho spennellato ogni pallina con il rosso di un uovo mescolato a un pizzico di sale e vi ho adagiato sopra tante scaglie di mandorle. In forno a 180° per 10 minuti e...


Buona colazione!

lunedì 29 ottobre 2012

Marrons-Muffins Glacés

Vi devo confessare che se questo esperimento è riuscito, lo devo a tutti gli amici della pagina Facebook che venerdì mi hanno consigliato di mettermi all'opera per creare dei muffins autunnali. Ma cosa potevo inventarmi di autunnale? Esclusa la zucca, che avevo già sperimentato, mi è venuta in mente solo una cosa: ricreare l'armonia e la delicatezza dei marrons glacés ma... sotto forma di muffins da colazione!
Sì, l'idea non era male, ma ammetto che tradurla in pratica non è stata un'impresa facilissima: la prima infornata è venuta buona ma... non era per niente quello che avevo in mente! La seconda troppo "strong", sapori decisamente non adatti al primo pasto della giornata. Un po' scoraggiata (diciamocelo, mooolto scoraggiata) ma al tempo stesso spronata dal pensiero di non deludere gli amici di Facebook, mi sono rimessa all'opera, per la gioia (o rassegnazione, non ho ancora capito) di amici e parenti a cui nel week end è toccato in sorte di mangiare decine di muffins! Nuovo impasto, nuova formula, nuovi pirottini... e voilà, dopo tante fatiche, sono orgogliosa di presentarvi i miei Marrons Muffins Glacés :-)


Ho utilizzato:
  • 120 g zucchero
  • 1 uovo
  • 60 g di burro
  • 200 g di farina 00 per dolci Molino Spadoni
  • 50 g di farina di castagne
  • 250 ml di latte
  • 150 g di crema di marroni
  • 1 bustina di lievito vanigliato
  • un pizzico di sale
E per la glassa:
  • 100 g di zucchero a velo
  • 4 cucchiaini di latte
  • qualche goccia di cioccolato fondente per decorare (ma non è indispensabile)
Per preparare i muffins, ho mescolato tutti gli ingredienti in una ciotola, partendo dallo zucchero, in cui ho incorporato l'uovo e a cui ho aggiunto poi il burro fuso, le due farine con il lievito e il sale, fino ad arrivare alla crema di marroni che ho unito al resto dell'impasto. Ultima operazione: ho allungato tutto con il latte per rendere l'impasto molto più cremoso. Ho versato nei miei 12 pirottini il composto e ho infornato a 180° per 15 minuti circa. Un consiglio: mentre cuocete, mettete un pentolino d'acqua sul fondo del forno, così evitate che i muffins si secchino troppo ;-)

E poi la glassa! Altrimenti che Marrons Muffins Glacés sarebbero? 
Questa è una versione facilissima: prendete lo zucchero a velo e sbattetelo con il latte. Una volta che i muffins si saranno raffreddati, ricopriteli con la cremina e, se volete, decorateli con qualche goccia di cioccolato fondente. 


Buona colazione autunnale a tutti!

venerdì 26 ottobre 2012

Little Xmas Fruit Pie

Lo so, il titolo è molto accattivante (mica per niente mi occupo di comunicazione, eh eh) in realtà non sapevo proprio come chiamare questo mix di ingredienti del tutto improvvisato, dai profumi tipicamente natalizi (a voi non succede mai di avere voglia dell'atmosfera natalizia fuori stagione?).
Galeotta fu una pasta brisée (di quelle già pronte) che soggiornava nel mio frigorifero da un po' di tempo... troppo. Quindi, prima che scadesse, ho pensato bene di trasformarla in simpatiche "tortine" che mi ricordassero i sapori delle feste natalizie di casa mia: datteri, cannella, frutta secca... Et voilà! Peraltro è velocissimo da preparare (io l'ho fatto di mattina, poco prima della colazione, tra un "meo" e l'altro della mia gatta affamata).


Per preparare 4 piccole tortine:
  • 1 rotolo di pasta brisée
  • 4 cucchiai di confettura di albicocche 
  • 8 datteri
  • 4 albicocche essiccate
  • 4 cucchiai di uvette
  • cannella in polvere
  • miele
  • zucchero di canna per la crosticina
Mi viene quasi da ridere a raccontarvi come le ho fatte... sì perché tutto questo è davvero mooolto poco professionale e ci si mette più tempo a spiegarlo che a farlo! ;-) Ho preso la pasta brisée, l'ho tagliata in quattro e l'ho adagiata nei miei stampini per piccole crostate (dopo averli ricoperti con la carta da forno), facendo fuoriuscire la pasta in eccesso che servirà per la chiusura. Al centro di ogni torta ho spalmato 1 cucchiaio di confettura, ho aggiunto 2 datteri senza nocciolo, 1 albicocca essiccata spezzettata, 1 cucchiaio di uvette e, infine, un velo di cannella. Ho chiuso il triangolo di pasta (come si fa con i fagottini) e l'ho spennellato con il miele; poi ho spolverato la superficie con la cannella e con lo zucchero di canna. Infine ho infornato a 180° per 15 minuti circa. 


Buona colazione a tutti!


mercoledì 24 ottobre 2012

Zucca a colazione? Why not!

Sarà perché si sta avvicinando Halloween o più probabilmente perché al mercato in questo periodo non faccio che vedere delle zucche invitantissime... il risultato è che qualche giorno fa mi è venuta voglia di preparare dei dolcetti arancioni per la colazione! ;-)
Non avendolo mai fatto prima, ho cercato un po' di ispirazioni su Google e a un certo punto mi sono imbattuta in questo sito: www.buttalapasta.it. Spunto trovato: muffins di zucca e cioccolato!!!
Certo, a questo punto sarebbe stato decisamente più facile (e più sicuro) seguire la ricetta proposta, ma... figuriamoci se io non mi metto in testa di inventare qualcosa di diverso! E così la prima infornata è finita nella pattumiera (vi prego, ditemi che succede anche a voi ogni tanto... io mi deprimo tantissimo quando capita, ma testarda come sono ci riprovo dopo neanche un'ora!). La seconda infornata, invece, con molta meno zucca della prima, è riuscita! E quindi, eccomi a raccontarvela. ;-)


Per preparare 10 muffins, ho usato:
  • 150 g di farina 00
  • 200 g di zucca pulita
  • 30 g di burro
  • 60 g di zucchero
  • 1 uovo
  • 80 ml di latte di soia 
  • 50 g di cioccolato fondente
  • 1 bustina di lievito vanigliato
  • un pizzico di sale

Prima di tutto, dopo aver pulito e tagliato a fettine la zucca, l'ho fatta cuocere a fuoco basso con il burro e 2 cucchiai di zucchero, finché non è diventata cremosa (al massimo aiutatevi con un frullatore a immersione). Poi l'ho aggiunta alla farina, precedentemente miscelata con il sale, il lievito e lo zucchero. Ho incorporato l'uovo e il latte di soia e ho mescolato finché l'impasto non è diventato omogeneo (deve restare abbastanza liquido, eventualmente aggiungete altro latte). Per ultimo, ho aggiunto il cioccolato fondente a pezzettini. Ho infornato a 180° per 20 minuti circa e...


...buona colazione a tutti!

lunedì 22 ottobre 2012

Morbide brioches casalinghe

Avete presente la tipica brioche siciliana con il gelato? Sarà che da ieri a Milano fa un caldo pazzesco... Comunque, gelato a parte, confesso che anche quando arrivano i primi freddi mi viene spesso voglia di questa dolce e morbida brioche e così, con l'aiuto della macchina del pane, me la preparo senza troppa fatica!!!


Per l'impasto di 10 brioches, basta inserire nella macchinetta questi ingredienti (nell'ordine):
  • 250 ml di acqua
  • 70 g di burro fuso
  • 300 g di farina Manitoba
  • 200 g di farina 00
  • 80 g di zucchero
  • un pizzico di sale
  • una bustina di vanillina oppure un cucchiaino di vaniglia in polvere (cosa che io personalmente preferisco di gran lunga!)
  • 1 bustina di lievito secco per pane

Si fa andare il programma "impasto", che nella mia macchinetta prevede già la lievitazione, infatti dura circa 2 ore (se la vostra non lo prevede, lasciate riposare il tutto finché non raddoppia il volume).
Una volta terminata questa fase, si ricopre una teglia con la carta da forno e si predispongono tante pagnottelle di circa 7-8 cm di diametro. Sopra ciascuna si appoggia un'altra pallina di impasto, questa volta di 3-4 cm circa, che si "incolla" bagnandola con un pochino d'acqua. Poi, in una ciotola, si sbatte il rosso di un uovo con un po' di zucchero a velo vanigliato... questa "crema" vi servirà per spennellare le brioches prima della cottura.

Dopodiché si inforna tutto a 180° per 20 minuti circa. Quando le brioches si saranno raffreddate, potrete mangiarle così come sono (e secondo me sono già ottime!) oppure con una crema di pistacchi o di nocciola... oppure con una marmellata! Insomma, sbizzarritevi!!! ;-) 


Buona colazione (siciliana) a tutti!

venerdì 19 ottobre 2012

Biscotti cioccolatosi per il week end

Sì, diciamocelo apertamente: questi biscotti sono davvero poco light! D'altronde si avvicina il week end... perché non concedersi una colazione più golosa del solito dopo tutte le fatiche settimanali?! :-)


E così qualche giorno fa ho creato un mix di cioccolati (un tipo solo non bastava!) e nocciola. Mmmmm che meraviglia!!! Pensate che oggi mentre facevo la rassegna stampa al lavoro, ne ho mangiati... ehm, meglio non dire quanti! ;-)


Gli ingredienti che ho usato sono:
  • 150 g di farina 00
  • 150 g di zucchero di canna
  • 100 g di burro
  • 2 uova
  • 1 pizzico di sale
  • 50 g di farina di nocciole
  • 60 g di cioccolato bianco a pezzettini
  • 60 g di cioccolato fondente a pezzettini
Ho mescolato burro fuso e zucchero; ho incorporato le uova e, a seguire, le due farine con un pizzico di sale. Infine ho aggiunto i pezzetti di cioccolato e, dopo aver impastato tutto per bene, ho versato con un cucchiaio delle piccole quantità di impasto sulla teglia ricoperta di carta da forno. 
Ho cotto a 180° per circa 15 minuti e poi... ecco il risultato.


Buona (cioccolatosa) colazione a tutti!


mercoledì 17 ottobre 2012

Composta alle tre mele

In questo periodo le mele spopolano! Se passate da qualsiasi fruttivendolo o vi fermate al banco della frutta al supermercato, vi accorgete che ce ne sono davvero tante! E quindi non potevo mica accontentarmi di preparare una composta con un solo tipo di mele!!! Ecco le tre che ho scelto per questa crema vellutata, perfetta da spalmare sul pane al mattino.


  • 1 kg di mele Annurca
  • 1 kg di mele rosse 
  • 1 kg di mele gialle
  • 1 kg di zucchero di canna
  • mezza stecca di vaniglia

Dopo aver sbucciato e tagliato a fettine le mele, fatele cuocere con un po' d'acqua, lo zucchero di canna e i semini interni al baccello di vaniglia (che dovete aprire delicatamente e raschiare con un coltellino). 
Io lascio cuocere per circa 2 ore e poi frullo tutto! Semplice ma buona. ;-)  


Buona colazione a tutti!

PS: ricordatevi di sterilizzare i vasetti di vetro. Inoltre, il mio consiglio è di conservarla in frigorifero... prima la mangiate, meglio è! ;-)

lunedì 15 ottobre 2012

A colazione da Anna

Ormai lo sapete, se scovo un posto che mi piace, non posso fare a meno di raccontarvelo! ;-)
E così eccomi qui a parlarvi della "Maison Anna", un nuovo locale (panetteria, bar, pasticceria) praticamente sotto casa mia, in via Battistotti Sassi... una tentazione che sento mi farà metter su altri chili, come se non bastassero quelli che ho!


Lei, Anna, è una solare ragazza di 30 anni, di origine siciliana e, inutile dirlo, piena di passione per quello che fa! E di passione ne ha davvero tanta: lo si vede da come ha arredato il negozio, dall'entusiasmo con cui consiglia i clienti ma anche da quanto le brillano gli occhi quando racconta gli sforzi fatti per mettere in piedi quest'attività! Quindi... chapeau! ;-)


Ma veniamo a noi, ovvero alla colazione! Da Anna si trova di tutto: pasticcini, torte, pane di ogni tipo, brioches farcite al momento con non so quante marmellate e creme! Tutto rigorosamente di produzione artigianale!!! E vi assicuro che si sente!


Confesso che io e Simone abbiamo già assaggiato tanti tipi di croissant: gustosissimo quello con i frutti di bosco decorato con zuccherini rosa, sfizioso quello con il pistacchio, delicato e goloso quello con la marmellata di fichi e... da veri intenditori quello agli agrumi!!!

Ma non finisce qui! Anna prepara anche colazioni più ricercate e caratteristiche, come la brioche con il gelato al pistacchio...  un viaggio di sapori e profumi che ci proietta immediatamente su un'assolata spiaggia siciliana! Non male vero?!


Inoltre, se passate di qui, vi consiglio di gustare centrifugati di frutta, caffè e cappuccini... squisiti! :-)


E per chi, come me, non può fare a meno di unire tradizioni, gusto e contemporaneità, sappiate che qui c'è un servizio di WI FI gratuito, piccoli eventi periodici e... design ricercato per non far mancare nulla anche alla vista! ;-)



Buona colazione (da Anna) a tutti!

venerdì 12 ottobre 2012

Torta di mele per un risveglio rassicurante

Non so a voi, ma a me la torta di mele fa sentire sempre "a casa", ovunque mi trovi a gustarla: sarà quel suo profumo tipico della tradizione italiana, sarà che adoro le mele... sta di fatto che una fetta di questa torta di primo mattino riesce sempre a strapparmi un dolce sorriso. E quindi perché non provare a regalarlo anche a voi?


La mia torta di mele è proprio fatta di mele! No, non sono impazzita, è che in questa ricetta praticamente non c'è burro, né altri grassi, ci sono invece tante tante mele!

  • 1 kg di mele (io ho usato le Golden della Val Venosta)
  • 200 g di zucchero
  • 150 g di farina 00 di Molino Spadoni
  • 1 uovo
  • 1 bustina di lievito
  • burro per ungere la teglia
  • latte (io ho usato quello di soia)
Per prepararla, mescolate lo zucchero con l'uovo e aggiungete poi la farina, il lievito e il latte. Non vi dico quanto latte perché in realtà bisogna un po' regolarsi da soli... l'importante è che alla fine vi venga una pastella semi-liquida. Ultima cosa: aggiungete le mele tagliate a pezzettini e versate nella teglia imburrata.
Mettete il tutto in forno a 180° per 40 minuti circa. 


Buona (rassicurante) colazione a tutti!

mercoledì 10 ottobre 2012

La colazione dell'anniversario

10 ottobre 2003. Nove anni fa festeggiavo una della giornate più belle della vita: il mio matrimonio! Forse a voi non interessa (e posso capirlo) ma oggi non riesco proprio a fare a meno di ripensare a quei momenti magici, al "sì" che mi ha legato ancor di più all'uomo meraviglioso che ho avuto la fortuna di incontrare nell'ufficio in cui lavoravo. Penso alle prime volte che mi sono sentita dire "suo marito" (che effetto, ancora adesso quando capita, mi viene un leggero brivido di gioia!), penso alle prime serate io e lui nella nostra casetta che sapeva di nuovo, e penso alle nostre prime colazioni da sposati (strano che mi ricordi proprio le colazioni vero!?), quando facevamo a gara a chi si alzava prima per preparare il caffè e portarlo a letto all'altro insieme a qualche bel dolce. Mmm, in realtà a pensarci bene non è che questa cosa sia cambiata poi tanto! E infatti ecco qui la nostra colazione di oggi: un vassoio con tanti biscotti a tema!!! ;-)


Al di là della forma, che ovviamente non poteva che essere questa, ieri ho preparato questi biscotti pensando a due cose che mi piacciono particolarmente: utilizzare i fiori nella preparazione dei dolci (perché secondo me rendono unici i sapori, i profumi e... l'aspetto) e il cioccolato fondente! Poi ho pensato a un simbolo del matrimonio nonché aroma preferito di Simone. 
Et voilà, vi presento i cuoricini di frolla con cioccolato fondente e fiori d'arancio


Per prepararli, ho usato:
  • 150 g di farina 00
  • 50 g di burro
  • 80 g di zucchero
  • 1 uovo
  • un pizzico di sale
  • 2 cucchiaini di fiori d'arancio (potete comprarli in erboristeria)
  • 1cucchiaino di acqua di fiori d'arancio
  • 60 g di cioccolato fondente a pezzettini
Ho sciolto a fuoco molto lento il burro e vi ho aggiunto i fiori d'arancio. Ho lasciato raffreddare il burro fuso aromatizzato; dopodiché vi ho incorporato lo zucchero e, nell'ordine, l'uovo, l'acqua di fiori d'arancio, la farina, il sale e i pezzettini di cioccolato fondente.
Con l'impasto ho creato una bella palla che ho lasciato riposare al fresco per mezz'ora circa.
Poi, con l'aiuto del mattarello, ho steso la pasta e ho ricavato, con la formina, 20/25 biscottini, che ho infornato a 180° per circa 10 minuti.

Per accompagnarli, vi suggerisco un tè nero all'arancia (buonissimo quello dell'Altromercato, ad esempio!).


Buona (romantica) colazione a tutti!


lunedì 8 ottobre 2012

Plumcake di mirtilli rossi al profumo di rose

Sabato scorso sono passata da uno dei miei negozi preferiti, si chiama "Au nom de la Rose" (lo conoscete?):  fino a pochi anni fa credo esistesse solo in Francia, ora invece c'è anche qui da noi e, novità di questi giorni, ha aperto un piccolo delizioso store anche vicino a casa mia!!! Impossibile resistere: sono entrata, ho ammirato tutte le tonalità di rosa possibili e immaginabili e... ho comprato la new entry, arrivata direttamente da Parigi: l'acqua di rose culinaria.
E così mi sono lasciata ispirare dai colori e dai profumi di uno dei fiori più eleganti al mondo, per creare un plumcake da colazione (niente di elaborato, quindi!) che richiamasse queste belle sensazioni.



Se non trovate l'acqua di rose, non preoccupatevi, questo dolce è buonissimo anche senza (mettete solo 10-20 g di farina in meno)! ;-)

Per prepararlo, ho usato:
  • 100 g di zucchero
  • 100 g di burro
  • 2 uova
  • 160 g di farina per dolci (la mitica Molino Spadoni!)
  • 1 bustina di lievito
  • 5 cucchiai abbondanti di acqua di rose
  • 60/70 g di mirtilli rossi disidratati 
Come prima cosa, come mi hanno insegnato mia mamma e mia nonna, ho sbattuto energicamente burro e zucchero; poi vi ho incorporato le uova, la farina, il lievito e per ultimi i mirtilli rossi infarinati. 
Infine ho aggiunto l'acqua di rose e mescolato per bene.
Ho infornato il composto a 180° per circa 40 minuti e... PRONTO!



Se poi volete esaltare la fragranza di questo strano plumcake, vi consiglio un tè con i frutti rossi o un infuso con frutta e rose, proprio come questo... vi assicuro che intingere la fetta nel tè diventa una golosità estrema! ;-)


Buona colazione a tutti!

venerdì 5 ottobre 2012

La torta limoncina della nonna

Qualche sera fa, ho trovato questa vecchissima ricetta della nonna materna e così ho provato a rifarla. Incredibile! Non potete immaginare quanti ricordi sia in grado di suscitare una semplice torta: le merende con i miei cugini, le colazioni dai nonni, ecc.

E così ecco la "limoncina". 


Per prepararla, servono:
  • 100 g di burro
  • 150 g di zucchero
  • 200 g di farina
  • 2 uova
  • 2 limoni
  • 1 bustina di lievito
  • un pizzico di sale
Prima di tutto, bisogna ammorbidire il burro con lo zucchero; poi si aggiungono le uova, il succo dei limoni e infine la farina mescolata con il lievito e il sale. Si inforna per 40-45 minuti circa a 180° e poi, se si vuole, si spolvera con lo zucchero a velo.


Infine si gusta rigorosamente accompagnata da un buon tè! 
Beh, almeno così facevo io da piccola. ;-)

Buona colazione a tutti!

mercoledì 3 ottobre 2012

Una colazione biologica a Milano? NaBi!

Ha aperto da circa un mese, è nella mia zona, è biologico... insomma, non potevo non andare a provarlo! ;-)
Così eccomi a raccontarvi questo bel localino milanese (in via Cadore), gestito da Giordano, un ragazzo creativo che ha saputo regalare a NaBi (questo è il nome del caffè) quel tocco modern-chic che non guasta mai!


Prima di tutto, vediamo di cosa si tratta: "NaBi - Natura Biologica" è un bar con colazioni biologiche (che ora vi racconto!), ma è anche un laboratorio e un negozio con rivendita di prodotti bio selezionati... il tutto con un'attenzione particolare alle esigenze degli intolleranti al glutine. Utile, vero?!

L'ambiente è delizioso, rilassante, il personale simpatico, disponibile e la colazione... qui veniamo a noi! ;-)
Il menu breakfast è ricco e si può scegliere a seconda delle proprie abitudini mattutine. Quello che sembra aver già conquistato tutti gli abitanti della zona si chiama "Amor proprio" e comprende lo yogurt speciale della casa (con cereali e confettura bio di albicocca oppure di fragola, arancia e zenzero, ribes nero, mela cotogna) e brioches! E che brioches!!! Io ad esempio, ne ho assaggiata una integrale con cereali e miele, ma ne ho viste anche di molto leggere farcite al momento con confetture rigorosamente by NaBi!



E poi ci sono cappuccini di ogni genere!!! Ad esempio, per chi come me è intollerante al lattosio... qui fanno i cappuccini con il latte di soya / kamut / avena! Non male, no?

Infine, le torte! Che dire? Ovviamente mio marito ha assaggiato una di quelle più elaborate (con crema e fichi) ma ce ne sono tantissime, anche più semplici, tutte prodotte nel loro laboratorio: crostate, torte soffici, torte di frutta...



Uhhh dimenticavo, se adorate i centrifugati come la sottoscritta, sappiate che qui ne fanno di ogni genere :-)

PS: tra l'altro, sono aperti sempre: anche la domenica mattina! motivo in più per prendersi del tempo e gustare una colazione bio diversa dalle solite! ;-)
Per info, questa è la loro pagina Facebook.


Buona colazione a tutti!

lunedì 1 ottobre 2012

Biscottini miele e lavanda

Ieri pomeriggio sono stata pervasa da un'improvvisa, quanto inaspettata, nostalgia di... Provenza! E così ho deciso di provare a unire i sapori e profumi che meglio caratterizzano questa terra in semplici e divertenti biscottini.


Ammetto che era la prima volta che provavo a utilizzare i fiori di lavanda per cucinare e quindi sono andata un po' a caso... anzi, ad assaggio! ;-)

Secondo me se volete provare una colazione diversa dal solito, questa potrebbe essere un'idea, uno spunto creativo (poi vi dico anche cos'ho abbinato ai biscotti!).

Per prepararli, servono:
  • 150 g di farina per dolci (io uso quella della Molino Spadoni perché trovo che sia ottima, però potete utilizzarne un'altra 00)
  • 50 g di zucchero
  • 30 g di miele
  • 1 uovo
  • 40 g di burro
  • un pizzico di sale
  • 2 cucchiaini da caffè di fiori di lavanda (li trovate in erboristeria!)
Ho introdotto al centro della farina lo zucchero e l'uovo. Ho mescolato per bene e ho aggiunto il miele, i fiori di lavanda, un pizzico di sale e, per ultimo, il burro. Ho creato un impasto compatto, che ho lasciato riposare  al fresco per un quarto d'ora circa. 
Nel frattempo ho preparato gli stampini (questa volta mi sono sbizzarrita con tante simpatiche formine!) e la carta da forno su cui ho poi disteso l'impasto. Ho ricavato i biscottini e li ho infornati per 10 minuti circa a 180° (i tempi in realtà dipendono molto dalla grandezza dei biscotti, questi erano piccoli!). 


Per accompagnare i miei dolci ricordi provenzali, ho preparato un tè davvero buono, che mi sono fatta consigliare dall'erborista di fiducia (a proposito, se siete di Milano e cercate un'erboristeria seria, in grado di consigliarvi e crearvi tisane e infusi ad hoc, vi consiglio la mia, ovvero Arterbe!): il tè si chiama "Tè dei Poeti" (già il nome è un programma) ed è a base di Pu Erh, cannella, anice stellato, semi di cacao, mandorla, pepe rosa... Un mix speziato ma non troppo, dolcemente profumato ma al tempo stesso delicato... insomma perfetto per la lavanda e il miele dei miei biscotti!


Buona colazione a tutti!