venerdì 28 settembre 2012

Muffins al cappuccino

Adoro il cappuccino di prima mattina. Quella sua schiumetta candida, il cacao e poi lui, il caffè, energia allo stato puro! Così un giorno ho pensato di provare a unire profumi e sapori di questa incredibile bevanda a un altro must delle mie colazioni: i muffins!!! Detto fatto.


Tra l'altro quando sono in forno emanano per tutta la casa una piacevolissima fragranza (quando li ho fatti, persino la mia micia annusava l'aria alla ricerca di questo aroma/cibo!).

Per preparare 12 muffins ho usato:
  • 130 g di zucchero
  • 1 uovo
  • 70 g di burro
  • 250 g di farina
  • 100 ml di caffè (più o meno una caffettiera da 3)
  • 150 ml di latte 
  • un pizzico di sale
  • 1 bustina di lievito
  • 50 g di cioccolato fondente (ovvero mezza tavoletta)
Ho mescolato lo zucchero e l'uovo, a cui poco dopo ho aggiunto il burro fuso. Pian piano ho incorporato la farina (precedentemente miscelata al lievito e al sale) e il latte. Infine ho aggiunto il caffè e il cioccolato tagliato a pezzettini. L'impasto viene abbastanza liquido ma non preoccupatevi, è normale! A questo punto ho messo i pirottini nella teglia da muffins e ho versato l'impasto. Ho infornato a 180° per circa 15 minuti (fin quando si gonfiano e si vede una piccola crepa in superficie).

Secondo me per le colazioni del week end in arrivo sono perfetti! Cosa ne dite? ;-)


Buona colazione a tutti!

mercoledì 26 settembre 2012

Un caffè sfizioso

Oggi niente prima colazione ma... vi svelo una delle mie "seconde colazioni" preferite! Eh sì perché, come se non bastasse, spesso sia in ufficio che a casa... facciamo il bis! ;-)
Ecco quindi un modo un po' alternativo di preparare il caffè di metà mattina.


Ho aromatizzato il caffè con zucchero di canna e una spolverata di zenzero.


Per il cioccolatino, invece, ho sciolto a bagnomaria 3/4 quadretti di cioccolato fondente nerissimo, aggiungendo anche qui un po' di zenzero in polvere (mezzo cucchiaino circa).
Poi ho versato il cioccolato fuso in uno stampino per biscotti (attenti a non scottarvi! e ricordatevi di mettere sotto un po' di carta da forno). Ho lasciato raffreddare a temperatura ambiente e poi, quando iniziava a solidificare, ho messo in frigorifero per una decina di minuti, inserendo al centro uno stecchino (io ho usato le palettine in legno che in ufficio adoperiamo per il caffè ;-)).
Tutto qui... facile ma simpatico, no?!


Buona (seconda) colazione a tutti!

lunedì 24 settembre 2012

Biscotti pre-autunnali

Lo ammetto, non sapevo proprio come chiamare questi biscotti che ho inventato qualche giorno fa, in uno dei tipici pomeriggi settembrini... sapete quando la luce inizia a farci capire a chiare lettere che non è più estate ma che l'autunno non è ancora arrivato?! beh, ecco, fin da piccola mi hanno sempre affascinato questi attimi di indecisione climatica, in cui sembra che l'espressione "in medio stat virtus" si materializzi. Non capita anche a voi di avere periodi dell'anno a cui siete particolarmente affezionati?
Ora, vi starete chiedendo cosa c'entri tutto questo con i biscotti... c'entra c'entra! Sì perché, bisogna ammetterlo, per creare qualcosa di buono (in cucina come in tante altre cose) un po' d'ispirazione e "magia" ci vuole! E quindi ecco come mai, in uno di questi strani pomeriggi, mi siano venuti dei biscotti a detta di tutti quelli che li hanno assaggiati... niente male! ;-)


Ingredienti:
  • 150 g di farina 00 per dolci Molino Spadoni 
  • 80 g di zucchero
  • 1 uovo
  • 50 g di burro
  • un pizzico di sale
  • 40 g di pinoli
  • 50 g di frutti rossi secchi (era un mix che ho trovato al supermercato, ma potrebbero andar bene anche i mirtilli rossi essicati o le uvette)
Ho unito farina, sale, zucchero e uovo. Ho aggiunto il burro, ammorbidito con una forchetta (mia nonna diceva sempre che il burro va fatto sciogliere lentamente, lavorandolo con la forchetta... non mettendolo sul fuoco come faccio io ogni tanto per fretta!)... Poi ho aggiunto i pinoli e i fruttini. 
Ho steso l'impasto, fatto le formine e infornato a 180° per 15 minuti. 
Voilà...


Buona colazione a tutti!

venerdì 21 settembre 2012

Una confettura per il mal di gola

Non sono impazzita, o almeno non credo... il fatto è che in questi giorni mi è venuto un po' di raffreddore e mal di gola (mi sa che gli sbalzi di temperatura hanno fatto la loro parte!) e così ho pensato: dato che ho voglia di confettura, perché non aggiungerci il mio curativo naturale preferito? Ho provato e... il risultato non sembra niente male! Forse non funzionerà al 100% contro il mal di gola però... fa decisamente bene allo spirito! ;-)


Vediamo un po' cos'ho combinato: innanzitutto, ho preso la frutta, ovviamente di stagione! E quindi ho comprato, su suggerimento del mio ortolano di fiducia (eh lo so, ve lo nomino spesso... mi sa che prima o poi vi svelerò anche il suo nome! eh eh), 2 kg di prugne belle mature.
Le ho lavate, fatte a pezzettoni (ehmmm, ecco, a dir il vero questa operazione noiosetta l'ha fatta il mio maritino! va beh, scusate, si era offerto spontaneamente... non potevo mica dirgli di no!), messe in una casseruola grande insieme a una mela (questa l'ho affettata io! vale lo stesso?!) e 2 bicchieri di acqua. Ho aggiunto 1 kg di zucchero di canna e ho fatto cuocere per circa 2 ore insieme a... qualche fettina di zenzero!!!! Eccolo qui, il mio salvatore, lo zenzero (a proposito, avete mai provato a farvi una tisana con fettine di zenzero, cardamomo, cannella, pepe e chiodi di garofano?! non so se sia così per tutti, ma a me quest'intruglio normalmente fa sparire subito raffreddore e mal di gola!).
Trascorse le 2 ore, in cui ho lavorato al PC con la micia che mi scodinzolava avanti e indietro in modo un po' seccato, ho frullato la frutta (mi raccomando, ricordatevi di togliere lo zenzero prima di frullare!!!!!) e l'ho versata nei vasetti, precedentemente sterilizzati in acqua bollente.


Insomma, a me quest'esperimento è piaciuto molto! Se proverete mai a farlo anche voi, mi direte cosa ne pensate.


Buona colazione a tutti!

mercoledì 19 settembre 2012

La mia torta fruttosa anti-stress

Qualche giorno fa ho raggiunto il record di stanchezza e nervoso da lavoro: tutto sembrava remare contro e io mi sentivo sempre più inerme! Vi è mai capitato? Così dopo quella giornata terrificante, che non vedevo l'ora di archiviare, per scaricare le tensioni (uhhhh quante ce n'erano!!!) e sperare così di poter dormire sonni tranquilli, cos'ho fatto secondo voi? Ovviamente mi sono messa a preparare una torta! Ma non una torta qualsiasi... la mia torta anti-stress.

Ed ecco svelati gli ingredienti principali:
  • un impasto da sbattere mooolto energicamente, per scacciare i brutti pensieri; 
  • una quantità di fantasia notevole, per aprire la mente; 
  • infine un po' di sana golosità... :-)

Veniamo ora ai veri protagonisti di questa bizzarra invenzione serale:
  • 200 g di farina 00 per dolci Molino Spadoni
  • 80 g di zucchero di canna
  • 20 g di miele
  • 1 bustina di lievito per torte
  • 2 uova
  • 200 ml di latte di soia
  • 3 pesche 
  • 1 mela
  • Burro per ungere la teglia


Per preparare la torta, ho versato la farina, il lievito, lo zucchero, il miele, il latte e le uova in una ciotola bella capiente e poi... ho scacciato via le brutte esperienze della giornata, ovvero ho mescolato energicamente fino a ottenere una crema omogenea abbastanza liquida.
Dopodiché ho tagliato a pezzettoni le pesche e la mela e le ho unite all'impasto. Ho versato tutto nella teglia imburrata e ho spolverato con un po' di zucchero di canna. E via, in forno a 180° gradi per 30-40 minuti.
Ohhhh così sì che ci si sente più rilassati!!! ;-)

Buona colazione a tutti!

lunedì 17 settembre 2012

Le crêpes di Giulia con inevitabile variante

Dopo aver letto l'ultimo numero di "Dolci Tentazioni", mi è presa una voglia incredibile di provare le crêpes all'avena di Giulia Scarpaleggia (la bravissima e simpaticissima blogger di Juls' Kitchen). Peccato che nessun supermercato della mia zona avesse la farina di avena!!! E così, di necessità virtù: ho comprato quella di nocciole e ho apportato qualche piccola variante per adattare la ricetta. Il risultato? SUPER!
Grazie Giulia, non avrei mai pensato di preparare le crêpes con farine "alternative"... una gustosissima idea!


Riassumendo, ecco cos'ho utilizzato per creare la pastella per 4 crêpes di medie dimensioni:
  • 1 uovo
  • 30 g di farina 00
  • 40 g di farina di nocciole
  • 10 g di zucchero di canna
  • 120 ml di latte (io ho usato quello di soia perché, come sapete, ho un po' di problemi di intolleranze, ma immagino che con quello vaccino sia la stessa cosa)
  • 1 pizzico di sale
  • burro per la padella
Ho sbattuto per bene l'uovo con lo zucchero, le due farine e il pizzico di sale. Ho aggiunto lentamente il latte, stando attenta a non creare grumi (e qui non è semplicissimo... ma in casi estremi, un bel frullatore a immersione risolve qualsiasi problema grumesco!). 
Mentre la pastella riposava in frigorifero, ho preso una padella antiaderente e l'ho imburrata. Dopodiché per ogni crêpe ho versato un mestolino di pastella nella padella ben calda. 
Insomma, vi devo confessare che sono venute così buone che io me ne sono mangiata una "nuda e cruda", l'altra giusto con un pochino di miele. Simone, invece, ha preferito attenersi all'originale: crema di cioccolato... per accompagnarle dolcemente! ;-)


Buona colazione a tutti!

venerdì 14 settembre 2012

Crostata di pere e noci

Sarà il freddo o più semplicemente la solita infinita voglia di dolci... sta di fatto che oggi ho provato a fare una crostata che ricordavo di aver visto su una rivista francese di qualche anno fa. Ovviamente la ricetta non la ricordavo però mi sono arrangiata con un pizzico di fantasia ;-)


Per prepararla, ho usato: 
  • 250 g di farina
  • 100 g di zucchero + un paio di cucchiai per spolverare le pere
  • 100 g di burro
  • 2 uova (avete mai provato le uova fresche Vivi Verde Coop? io sì, ve lo consiglio!)
  • un po' di vaniglia in polvere
  • 1 pizzico di sale
  • 4 pere piccole
  • una manciata di noci
Ho impastato farina, zucchero, sale e burro; ho aggiunto le uova e ho creato una bella palla compatta, che ho successivamente steso in una tortiera per crostate. Ho lavato le pere e le ho fatte a fettine mantenendo la buccia; dopodiché le ho stese sopra la base della crostata e le ho spolverate con abbondante zucchero (normale o di canna, se preferite). Infine ho aggiunto un po' di noci qua e là. 
Ho infornato a 180° per 20 minuti circa + 5 minuti di grill per creare una bella crosticina sopra le pere. 
Et voilà... 


Buona colazione a tutti! 

mercoledì 12 settembre 2012

Panini chic con uvette e albicocche

Per non esagerare con i grassi, ecco un'idea che in casa mia spopola: sono i panini sfiziosetti con le uvette. Piccoli, cicciottelli, arricchiti di frutta secca, sono una deliziosa via di mezzo tra il dolce e il salato. L'ideale, secondo me, per chi non è poi così amante dei dolci ma non vuole perdersi la bellezza (anche estetica, perché no!) di una colazione all'italiana.


Come si preparano? Innanzitutto con il supporto indispensabile della macchina del pane, che impasta a puntino tutti gli ingredienti e predispone la lievitazione in modo ottimale... il tutto in tempi abbastanza rapidi. 
Il mio consiglio è di prepararli comunque la sera prima, magari mentre guardate un film (in fondo fa quasi tutto la macchina del pane), tanto sono buoni anche il giorno dopo e si conservano nel congelatore.

Per 12 panini belli tondi, io verso nella macchinetta, nell'ordine che vi riporto qui di seguito, questi ingredienti:
  • 200 ml di acqua
  • 1 cucchiaio di olio
  • 1 cucchiaio di miele
  • 350 g di farina 00
  • 1 cucchiaino di sale
  • 2 cucchiai di zucchero
  • 100 g di uvette (lavate, asciugate e leggermente infarinate)
  • 10 albicocche essiccate tagliate a pezzettini
  • 1 bustina di lievito in polvere per pane

Dopo che avrete inserito tutto nella macchina del pane e avrete programmato la funzione "impasto", aspettate  che termini le sue operazioni e poi suddividete la pasta nei pirottini di carta. In questo modo i panini assumeranno un aspetto molto più elegante e sbarazzino! ;-)
Infornate a 180° per 15-20 minuti e...



...buona colazione a tutti!

lunedì 10 settembre 2012

Frollini da lavoro

Vi confesso che, da quando ho iniziato a lavorare, una delle cose che mi rende più felice è poter portare la colazione ai colleghi... soprattutto il lunedì! ;-) 
E tra le varie ricette, secondo me le migliori per mettere tutti di buon umore sono quelle di biscotti e muffins: funzionano sempre! Ecco quindi i frollini di oggi, semplici, dolci quanto basta e rapidissimi da preparare!


Per una ventina di biscotti di medie dimensioni, ho utilizzato:
  • 150 g di farina 00
  • 50 g di burro
  • 80 g di zucchero
  • 20 g di farina di cocco
  • 1 uovo
  • un pizzico di sale
  • un pizzico di vaniglia in polvere
Ho ammorbidito il burro con una forchetta e l'ho mescolato per bene con lo zucchero; poi ho aggiunto l'uovo, la farina, il sale e la vaniglia. A questo punto ho aggiunto anche il cocco grattugiato, che in realtà ho messo un po' a occhio (anche perché dipende se si preferisce un sapore deciso o un aroma delicato).
Con l'impasto ho creato una bella palla che ho lasciato riposare qualche minuto (giusto il tempo di prendere la teglia, rivestirla con la carta da forno, cercare uno stampino, il mattarello e accendere il forno a 180°). 
Poi ho steso la pasta e con la mia formina ne ho ricavato una ventina di biscotti che ho fatto cuocere per circa 15 minuti. 


Un suggerimento: questi biscotti sono buonissimi accompagnati da un tè aromatizzato. Noi, ad esempio, ne abbiamo bevuto uno con rose, gelsomino e fiore di girasole. Non era niente male!
 

Buona colazione a tutti!

venerdì 7 settembre 2012

Biscottini d'orzo e cacao

Tutto parte da una sana abitudine di Simone (mio marito), ovvero bere ogni mattina una tazza di latte con un po' di orzo e cacao. E mi sono detta: quasi quasi provo a inventarmi dei biscottini "intonati". Perché secondo me non c'è nulla di più allegro a colazione di un mix di cibo e bevande che sprizzi sintonia da tutte le parti! Non siete d'accordo?! ;-)


Per fare una ventina di biscotti, ho usato:
  • 120 g di farina 00
  • 60 g di zucchero
  • 40 g di burro
  • 1 uovo
  • 1 bustina di vanillina
  • 1 cucchiaino di cacao
  • 2 cucchiaini di orzo solubile (io ho usato l'Orzo Bimbo ;-))

mercoledì 5 settembre 2012

Crostata profumata

Le vacanze purtroppo sono finite ma questo non vuol dire rinunciare alle piacevoli sensazioni dei mesi estivi. Quindi, vi suggerisco di guardare questo breve video che ho girato per voi (chiudete un occhio vi prego per la qualità del girato... non sono proprio quella che si suol dire un'esperta!) e poi di provare a preparare questa crostata. Così capirete perché l'ho chiamata "profumata" :-)


Per comodità, vi riporto qui sotto gli ingredienti che ho utilizzato per la mia crostata profumata:
  • 250 gr di farina
  • 120 gr di zucchero
  • 120 gr di burro
  • 2 uova
  • marmellata di fragole
  • 1 pesca noce
  • 5 mandorle per decorare
  • 1 bustina di vanillina 
  • un pizzico di lievito per dolci


Buona colazione a tutti!

lunedì 3 settembre 2012

Il pane goloso del rientro

Eccomi di ritorno a Milano, sigh. E da domani riprendo anche a lavorare... doppio sigh. ;-) Dalla Costa Azzurra ho portato a casa tante idee (se volete sbirciare, ho messo su Facebook qualche foto delle nostre colazioni francesi), tanti profumi speziati e soprattutto una gran voglia di mettermi ai fornelli: non ce n'è, dopo qualche giorno di astinenza, DEVO rimettermi in cucina! Un po' come quando ero piccola: giocavo con le costruzioni, disegnavo, accarezzavo i miei animaletti di peluche... tutto molto bello, è vero, ma niente a che vedere con i miei adorati "pentolini"!!! E così, per la colazione dei primi giorni di lavoro, non avendo molto tempo (disfa le valigie, fai le lavatrici, sistema la casa, coccola la micia...), mi è venuto in mente un "pane goloso" che necessita di pochissimo sforzo, ma secondo me rende più allegre queste prime mattine di settembre.


Per prepararlo, ho inserito nella macchina del pane i seguenti ingredienti (in quest'ordine):