lunedì 25 maggio 2015

Di pappe, mamme e smorfie...

Da L'angolo di Benedetta

Mettici un piatto di pasta, un sugo di pomodoro, una bimba ciocciottella e mangiona che, a quasi 11 mesi, si diverte ad assaggiare tutto quello che le prepari con amore ed entusiasmo (nel caso aveste dei dubbi, ovviamente io mi diverto come una matta anche a preparare le sue pappe). E voilà, anni di studi, una professionalità faticosamente affermata e... tanta saggezza buttata al vento! Eccomi infatti alle prese con tutte quelle smorfie assurde che PRIMA snobbavo e che un po', lo ammetto, mi sconcertavano ("ma non sono mica scemi i bambini" mi dicevo, ignara di quello che sarei diventata). :)



Ricettina del pranzo della domenica (non perché ce l'abbia ordinato il pediatra, ma a me piace pensare che la domenica ci sia questa abitudine... sbaglio?!):
  • 250 ml di brodo vegetale
  • 3 cucchiai di Sabbiolina (pastina piccola)
  • pomodorini ciliegini
  • una carota
  • 1 cucchiaino di olio extravergine di oliva
  • 2 cucchiaini di grana grattugiato 

Dopo aver portato ad ebollizione il solito brodo (carote, zucchine, patate), aggiungo la pastina, che in pochi minuti è bella pronta e asciutta... come consistenza a me ricorda un po' il cous cous (che adoro, peraltro, ma questa è un'altra storia). Diciamo solo un po' più morbida e cremosa. Poi la condisco con 2 cucchiai abbondanti di sughetto, olio e grana. Il sugo lo preparo così: prendo una manciata di pomodorini belli maturi e una carota piccola, fresca, tagliata a cubetti; metto tutto a cuocere con un bicchiere di acqua e lascio andare a fuoco medio-basso per un po'... diciamo finché non si rapprende e la pellicina dei pomodori è bella cotta. Poi frullo tutto accuratamente. Semplice e divertentissimo!!!

Alla prossima pappa... ;-)



lunedì 11 maggio 2015

Estate?

Che strano, all'improvviso, senza neanche accorgermene... è arrivata l'estate! Ma com'è possibile? Sarà che invecchio, ma le care "mezze stagioni" mi mancano da morire! Va beh, fatto sta che alla povera Benedetta con questo bel cambio climatico è venuta la febbre a 38,5! Sigh. 

Ora, la colazione stamattina è stata davvero essenziale, vista la notte insonne e l'ansia che la febbre risalisse... Eccomi quindi con un'idea che a me è piaciuta tantissimo e che condivido volentieri con voi, come spunto per questi primi risvegli inebriati dal dolce tepore del sole (perdonatemi ma una vera ricetta non ce l'ho proprio fatta oggi).


Fragole con zucchero di canna, spremuta di arancia (non so voi, ma io trovo al mercato delle arance ancora buonissime!), spolveratina di vaniglia in polvere (in alternativa, i semini di mezza stecca stemperati nel succo dell'arancia). 

E da bere, vino? Ah ah, no dai, non esageriamo! A parte che sono astemia, ma penso sia molto più salutare ed energizzante un bel succo di mirtilli. Io ho scoperto, da pochi giorni, un nuovo nettare della Rigoni di Asiago (si chiama "Tantifrutti") e mi piace tantissimo perché non è per niente dolce e, se chiudo gli occhi, mi sembra di essere catapultata nei boschi della mia infanzia (passavo 3 mesi d'estate in Valle d'Aosta)... insomma, perfetto per una colazione fruttosa come quella di oggi. Questo sì che mi aiuta!

Buon inizio di settimana, amici!


giovedì 7 maggio 2015

Muffin con ripieno goloso

Rieccomi, scusate l'assenza degli ultimi tempi ma sono stata catturata dalla routine casa-bimba-ufficio-gattidasfamare... insomma, una continua corsa contro il tempo.
Ieri sera però ho deciso di ricavarmi mezz'oretta per preparare la colazione del giorno dopo e... ecco qui il risultato!


Simpatici questi muffins con il cuore di confettura, vero?! Che poi, a dirla tutta, ne ho preparati metà con le ciliegie e metà con il cioccolato e la crema di nocciole (così ho fatto felice il maritino eheh).

Ingredienti per 12 muffins:
  • 250g di farina 00
  • 100g di zucchero
  • 1 bustina di lievito
  • 2 uova
  • 50g di burro
  • 100 ml di latte di soia


Per la farcitura, ho usato:

  • confettura di ciliegie Fior di Frutta - Rigoni di Asiago (per 6 muffins), io l'adoro perché ha dei bei pezzettoni di ciliegie e amarene dentro e non è troppo dolce, cosa che a mio avviso permette di gustarsi il vero sapore della frutta (altrimenti sa solo di zucchero!)
  • crema di nocciole e scaglie di cioccolato al gianduia (per gli altri 6 muffins)

Per preparare questi allegri muffins, ho fatto la cosa più semplice e veloce del mondo (d'altronde non avevo molto tempo): ho versato nella ciotola tutti gli ingredienti, senza badare troppo alla sequenza degli ingredienti, e ho mescolato fino a ottenere una crema morbida, non troppo omogenea (qualche grumetto nei muffins ci sta benissimo!). Poi ho versato l'impasto nei pirottini riempiendoli a metà; a questo punto, al centro di ognuno ho messo un cucchiaino abbondante di confettura o di crema di nocciole + scaglie di cioccolato e ho ricoperto con altro impasto. Ho infornato a 180° per mezz'ora e... voilà. Colazione pronta! :-)


(questa è la versione cioccolatosa)
Buona colazione a tutti!